Alimena Estate 2007 – Concorso Fotografico: riflessione sul rapporto intergenerazionale

Alimena Estate 2007 - Concorso Fotografico: riflessione sul rapporto intergenerazionale

Errori grossolani di organizzazione e di gestione delle risorse (€ 1400,00 il costo di tutta l’operazione, escluso queste pagine totalmente a titolo gratuito e a cui non si è accennato neppure durante la premiazione, nonostante fosse l’unica possibilità di rimediare alle locandine assolutamente non attendibili) hanno creato non poche polemiche in termini di applicazione dei parametri previsti dal bando, mettendone a rischio la credibilità; come al solito a farne le spese la passione dei partecipanti.

VAI AL SITO (guarda le foto)

© 2007 – 2010, www.alimenaonline.eu. Tutti i diritti riservati.

Torna su

Tag:



TRADUCI ARTICOLO


ARTICOLI CON LO STESSO TAG

5 Commenti su “Alimena Estate 2007 – Concorso Fotografico: riflessione sul rapporto intergenerazionale”

  1. Egr. Sig/na assessore,come ben sa,sono stato il primo ad aprire questo dibattito e da partecipante al concorso,visto la presenza di un bando, non posso non sentirmi offeso. Se da parte sua spendere dei soldi per i giovani di Alimena significa questo,la prossima volta eviti di scomodarci.E’ inammissibile che in un concorso, con tanto di bando pubblico,risultino due vincitori con foto assolutamente fuori tema. La sua risposta a tutto ciò è che il giudizio della giuria va rispettato! Ma chi sono questi della giuria,hanno letto il bando? La giuria di esperti prevista dal bando che fine ha fatto? O forse non siete riusciti a organizzarvi in tempo,che adesso tutte le colpe sono di Enzo!

    Credo che una delle poche cose che lei possa fare è quella di scusarsi,a nome suo e per conto della giuria,con tutti quei partecipanti che avevano le foto a tema con il concorso e non sono nemmeno state calcolate,ma d’altronte, da un assessore che tratta uno dei suoi cittadini come se fosse un mocio vileda,cosa ci si può aspettare! Arrivederci!

  2. Caro Assessore Sabina,
    volevo solo ricordarle che proprio all’ingresso del Comune c’è una bacheca dove, puntualmente, vengono affisse le delibere con tutte le spese sostenute dal comune, se lei non è al corrente prenda questo spunto per cominciare a muovere i primi passi e soddisfare le sue curiosità;

    poi, al posto di frugare nella spazzatura delle “voci che girano su di me e sulla mia persona” (settore, quello della calunnia, molto in voga ad Alimena perchè divenuta “attività sportiva” da preferire alla fatica dello sport sano e pulito) la invito a riflettere sul risultato del suo concorso, dove c’e un bando pubblico e ufficiale che è stato assolutamente tradito, salvo che le onde del mediterraneo non abbiano raggiunto Alimena a mia insaputa;

    ma questo, non lo deve dire ai “personaggi come me”, ma a chi ha partecipato ad un concorso falsato, i cui cartoncini – a cui fa riferimento e per i quali sono stati spesi quasi €300 – non sono mai stati fruibili proprio per le anomalie che hanno indotto chi per lei a chiedere la collaborazione del sito (unico luogo in cui era presente il bando esatto e unica possibilità per la gente che è venuta in ferie alla scadenza del concorso di poter partecipare ed esserne al corrente, ma non vorrei chiedere troppo alla sua intelligenza……)

    per il resto, niente di personale, tutto perfettamente in linea con la melodia di questi ultimi anni e, mi raccomando, non manchi di aggiornarmi sulle nuove VOCI…

  3. E’ provabile che l’ assessore fa orecchio da mercante perchè non ha voglia e tempo di parlare con un personaggio come te! Ho già spiegato il motivo per cui non ti ho ringraziato pubblicamente in sede di premiazione così come è successo per i ragazzi e il pres. della pro- locoe faccio le mie scuse. sarei lieta che anche tu facessi conoscere agli alimenesi e a tutto il popolo del web i tuoi comportamenti e la tua mancanza di rispetto nei confronti della giuria. Hai mancato di rispetto anche verso chi ha avuto fiducia nella tua professionalità e nella tua persona: evidentemente sono veritiere le voci che girano su di te e sulla tua persona. Sono abituata a parlare direttamente e in faccia alla gente non come fai tu che dici che l’ assessore è lontana ai giovani ed è stata scelta per chissà quale motivo; le cose sarebbero state diverse se ci fossi stato tu al posto mio? o è per questo che parli male di me? perchè aspiravi ad essere assessore? è la tua profonda delusione che scaturisce dal fatto che nessuno ti cerca e nessuno ha stima di te che parli a sproposito? sai che molti giovani non hanno partecipato al concorso perchè sapevano della tua presenza in giuria? e questo è quanto dire!!!!!!! ho una piccola curiosità………..puoi dirmi come hai fatto a sapere esattamente quanto è stato speso per il concorso? hai degli amici negli uffici che ti girano le informazioni???? Il tuo sito non è servito per rimediare agli errori grossoloni del concorso perchè ti abbiamo chiesto molto gentilmente di modificare le dimensioni che ci siamo accorti essere sbagliate e nessun altra modifica! i criteri adottati sono stati
    enunciati molto chiaramente nei manifesti e nei cartoncini che abbiamo fatto stampare! sono certa che avremmo potuto spendere la stessa cifra in mille modi diversi ma abbiamo voluto proporre qualcosa di nuovo, criticabile o meno non importa, ma spesi per gli alimenesi! in riferimento a quella critica della foto con sfondo il mare, terza vincitrice, la giuria ha decretato la sua vincita per dei motivi chiari e precisi così come per tutte le altre foto in concorso! Non dovresti criticare la scelta della giuria quando anche tu eri stato nominato tale e ci hai dato forfait senza alcun preavviso chiedendo inoltre di scindere la riunione della stessa secondo i tuoi comodi!Non hai rispetto per la gente nè per chi lavora onestamente e cerca di fare le cose in modo chiaro e preciso! Grazie per la cortese attenzione, distinti saluti!

  4. ho aggiornato le foto del concorso con le descrizioni e le motivazioni per le foto vincitrici;

    “stimolare la riflessione sul rapporto intergenerazionale esistente nella nostra piccola realtà sociale”: che c’entra il mare?

    Vorrei ricordare all’assessore alle politiche giovanili, responsabile del concorso, che fare orecchie da mercante non giova sicuramente a nessuno, come spero che si possa inserire nell’ordine del giorno del prossimo consiglio comunale il brutto e stupido gesto della censura del video, per capire se questo è il metodo col quale i nostri politici intendono chiudere questa loro esperienza e se il messaggio che vogliono lasciare debba essere da esempio per le generazioni future…..

    A proposito, mancano 2 giorni al VAFFA DAY; l’idea è di Beppe Grillo, ma lui ha solo suggerito uno sfogo concreto alla rabbia che tutti proviamo di fronte alla sfrontatezza della casta politica;

    visitate il sito http://www.vaffanculoday.it e tutto troverete fuorchè gesti e atteggiamenti che parlino di censura e privilegi….

  5. Cari cittadini,dopo aver partecipato al concorso fotografico del 27/08/07,ho deciso di aprire questo dibattito,nella speranza che qualcuno competente in materia sia in grado di darmi qualche giusta risposta riguardo il problema che mi sono posto. Premetto per chi non è a conoscenza del bando,scaricabile dal sito,che quest’ultimo doveva favorire l’espressione artistica,attraverso la fotografia,sul rapporto intergenerazionale esistente nella NOSTRA PICCOLA REALTA’ SOCIALE. L’oggetto del concorso prevedeva dei soggetti,di qualsiasi età e sesso, ritratti in momenti di vita che evidenziavano l’attenzione e la cura quotidiana dei rapporti tra le diverse generazioni,apparentemente tanto lontani,in realtà molto vicini per FRAGILITA’,per NECESSITA’, per BISOGNI.

    Considerando il fatto che fragilità,necessità e bisogni,proprio per il loro significato,sono dei parametri legati piu’ ad uno stato affettivo dei soggetti che al tramandare una tradizione, vorrei capire quale criterio di valutazione ha utilizzato la giuria, premiando al primo posto una foto priva di soggetti(che di sicuro non possono essere due mani) e mettono in risalto un passagggio di tradizione che di certo non è ne una necessita ne un bisogno e neanche una fragilità. Vorrei anche capire come hanno valutato il terzo posto, visto che le foto dovevano riguardare la nostra piccola realtà sociale e ad Alimena non mi sembra che ci sia il mare.Mi scuso con i vincitori per la richiesta di spiegazioni da parte di qualcuno competente in materia, le vostre foto sono belle e ne approfitto per farVi i complimenti, ma evidentemente chi ha dato il giudizio finale non ha neanche letto il bando o credeva che il concorso era a tema libero sulle diverse generazioni e non posso non sentirmi preso in giro.
    Complimenti anche a tutti gli altri partecipanti, ma soprattutto ha chi ha stilato il bando che quasi certamente di fotografia ne capisce ben poco, visto che la foto richiesta doveva essere 30×15 e non esiste come misura.


<< PRECEDENTE
SUCCESSIVO >>


Torna su




Segui alimenaonline.eu su FACEBOOK



Ultime News SITI AMICI