Comune di Alimena: dichiarazione dello stato di calamità naturale

Comune di Alimena: dichiarazione dello stato di calamità naturale

A seguito delle copiose piogge del periodo settembre, ottobre, novembre e dicembre 2009, gennaio e febbraio 2010 e delle recenti nevicate che hanno determinato e aggravato il dissesto del territorio a seguito di movimenti franosi che hanno interessato strade comunali, interpoderali, vicinali, strade statali, provinciali e strade di centro abitato e danni a strutture pubbliche e private, la Giunta Municipale, con deliberazione n. 19 del 18.02.2010, ha dichiarato lo stato di calamità naturale.

Considerevoli ed evidenti sono le ripercussioni sull’economia del territorio del Comune di Alimena, già strutturalmente precaria. Numerosi sono le attività commerciali rimaste isolate a causa dell’impercorribilità delle suddette infrastrutture.

Le conseguenze di tali dissesti e danni gravano oltremodo sulla comunità amministrata perché comportano:
1. Possibile inagibilità di strutture e edifici pubblici-privati (Immobili privati, Chiesa del Calvario e Caserma dei Carabinieri)
2. Possibile interruzione della S.P. n. 19, che collega il comune di Alimena ed i comuni limitrofi con la A19 e della S.S. n. 290, che collega il comune di Alimena con i comuni delle Madonie e i comuni della Provincia di Enna;
3. Impraticabilità delle strade comunali, interpoderali e rurali (“Bulgarito”, “Caselli Nuovi – Bulgarito”, “Vaccarizzo – Bulfarella”, “Vaccarizzo – Pozzo del Signore”, “Bulfara – Fiume Salso” e “Celsa”);
4. Interruzione della strada di C.da Garrasia e conseguente interruzione dell’attività estrattiva della cava di C. da “Garrasia – Cannatello” – Ditta Seminara Antonino;
5. Possibili rotture di condotte idriche, fognarie e rete di metano;
6. Possibili conseguenze strutturali su edifici privati e pubblici limitrofi alle zone di dissesto P.zza A. Alimena e via Pasciovalli (C.de Pasciovalli e Fomntanazza), inseriti nel P.A.I. con rischio R4.

Si elencano nel seguito i danni subiti e le spese preventivate.

1. Edificio adibito a Caserma dei Carabinieri e piazzale retrostante
- Descrizione e tipologia dell’evento, dissesti e danni alle infrastrutture: Lesioni alla struttura portante ed alle opere di contenimento;
- Possibili cause: Abbassamento del piazzale retrostante;
- Entità estensione ubicazione e stima del più probabile importo dell’intervento: Edificio Caserma e piazzale retrostante – €. 500.000,00;

2. Chiesa del Calvario
- Descrizione e tipologia dell’evento, dissesti e danni alle infrastrutture: Lesioni alla struttura portante, dissesto della pavimentazione e crollo del muro di cinta ;
- Possibili cause: Abbassamento del piano di posa del manufatto;
- Entità estensione ubicazione e stima del più probabile importo dell’intervento: Edificio ed area circostante – €. 500.000,00;

3. Zone di dissesto inseriti nel P.A.I. con rischio R4 – P.zza A Alimena e Via Pasciovalli (C. de Pasciovalli e Fomntanazza)
- Descrizione e tipologia dell’evento, dissesti e danni alle infrastrutture: Frana in atto e cedimento dei muri di contenimento, dell’infrastruttura stradale e lesioni ai fabbricati;
- Possibili cause: Frana in atto che interessa le aree delle suddette contrade;
- Entità estensione ubicazione e stima del più probabile importo dell’intervento: C.de Pasciovalli – Fontanazza ed edifici limitrofi – €. 1.500.000,00;

4. Strada comunale “Bulgarito”
- Descrizione e tipologia dell’evento, dissesti e danni alle infrastrutture: Cedimento della sede stradale e dei muri di contenimento;
- Possibili cause: Dissesti al sistema di regimazione delle acque;
- Entità estensione ubicazione e stima del più probabile importo economico dell’intervento: Infrastruttura stradale – €. 40.000,00;

5. Strada interpoderale “Caselli Nuovi – Bulgarito”
- Descrizione e tipologia dell’evento, dissesti e danni alle infrastrutture: Frana in atto, cedimento della sede stradale e dei muri di contenimento;
- Possibili cause: Dissesti al sistema di regimazione delle acque;
- Entità estensione ubicazione e stima del più probabile importo economico dell’intervento: Infrastruttura stradale – €. 60.000,00;

6. Strada interpoderale – ex discarica “Vaccarizzo e Bulfarella”
- Descrizione e tipologia dell’evento, dissesti e danni alle infrastrutture: Frana in atto, cedimento della sede stradale e dei muri di contenimento;
- Possibili cause: Dissesti al sistema di regimazione delle acque;
- Entità estensione ubicazione e stima del più probabile importo economico dell’intervento: Infrastruttura stradale – €. 30.000,00;

7. Strada comunale “Vaccarizzo – Pozzo del Signore”
- Descrizione e tipologia dell’evento, dissesti e danni alle infrastrutture: Cedimento della sede stradale e dissesti alle infrastrutture di regimazione delle acque;
- Possibili cause: Dissesti al sistema di regimazione delle acque;
- Entità estensione ubicazione e stima del più probabile importo economico dell’intervento: Infrastruttura stradale – €. 35.000,00;

8. Strada comunale “Bulfara – Fiume Salso”
- Descrizione e tipologia dell’evento, dissesti e danni alle infrastrutture: Frana in atto, cedimento della sede stradale e dei muri di contenimento;
- Possibili cause: Dissesti al sistema di regimazione delle acque;
- Entità estensione ubicazione e stima del più probabile importo economico dell’intervento: Infrastruttura stradale – €. 50.000,00;

9. Strada Provinciale n. 10
- Descrizione e tipologia dell’evento, dissesti e danni alle infrastrutture: Frana in atto, cedimento della sede stradale e dei muri di contenimento;
- Possibili cause: Dissesti al sistema di regimazione delle acque;
- Entità estensione ubicazione e stima del più probabile importo economico dell’intervento: Infrastruttura stradale – Somme da stimare da parte dell’Ufficio Tecnico della Provincia Regionale di Palermo;

10. Strada Statale n. 290
- Descrizione e tipologia dell’evento, dissesti e danni alle infrastrutture: Frana in atto, cedimento della sede stradale e dei muri di contenimento;
- Possibili cause: Dissesti al sistema di regimazione delle acque;
- Entità estensione ubicazione e stima del più probabile importo economico dell’intervento: Infrastruttura stradale – Somme da stimare da parte dell’Ufficio Tecnico dell’A.N.A.S.;

11. Strada comunale e cava di conglomerati e sabbia – C.da “Garrasia- Cannatello”
- Descrizione e tipologia dell’evento, dissesti e danni alle infrastrutture: Frana in atto, cedimento della sede stradale e danni ai macchinari, mezzi meccanici e infrastrutture per la coltivazione della cava;
- Possibili cause: Frana in atto e dissesti al sistema di regimazione delle acque;
- Entità estensione ubicazione e stima del più probabile importo economico dell’intervento: Infrastruttura stradale e cava – Somme da stimare;

12. Strada “Alimena-Calascibetta” – ex trazzera 23 – prosecuzione S.P. n. 1
- Descrizione e tipologia dell’evento, dissesti e danni alle infrastrutture: Frana in atto, cedimento della sede stradale e delle opere di contenimento;
- Possibili cause: Frana in atto e dissesti al sistema di regimazione delle acque;
- Entità estensione ubicazione e stima del più probabile importo economico dell’intervento: Infrastruttura stradale – €. 30.000,00;

13. Ex Discarica C. da Frisino
- Descrizione e tipologia dell’evento, dissesti e danni alle infrastrutture: Frana in atto e conseguente scivolamento dei R.S.U.;
- Possibili cause: Frana in atto e dissesti al sistema di regimazione delle acque;
- Entità estensione ubicazione e stima del più probabile importo economico dell’intervento: C. da Frisino – €. 2.000.000,00;

14. Ex Discarica C. da Vaccarizzo
- Descrizione e tipologia dell’evento, dissesti e danni alle infrastrutture: Possibile frana e conseguente versamento percolato;
- Possibili cause: Dissesti al sistema di regimazione delle acque;
- Entità estensione ubicazione e stima del più probabile importo economico dell’intervento: C. da Vaccarizzo – €. 35.000,00;

In considerazione della grave emergenza descritta, si rende necessario procedere alla dichiarazione dello stato di calamità naturale per l’intero territorio comunale e di adottare con urgenza, i provvedimenti necessari per intervenire e risolvere gli inconvenienti evidenziati.

Delibera n°19 del 18 Febbraio 2010
Relazione stato di calamità
Scheda informativa stato di calamità

© 2010, www.alimenaonline.eu. Tutti i diritti riservati.

Torna su

Tag:



TRADUCI ARTICOLO


ARTICOLI CON LO STESSO TAG
  • 27 Maggio, 2010
    Comune di Alimena – Approvazione progetto dei lavori per la “Difesa antincendio delle aree boscate di proprietà Comunale”
  • 13 Maggio, 2010
    Comune di Alimena – Rideterminazione compenso orario forfettario per attività integrazione lavorativa anziani
  • 11 Marzo, 2010
    Comune di Alimena: Cantieri di Lavoro (approvazione progetti esecutivi)
  • 15 Giugno, 2009
    Comune di Alimena: approvazione progetto definitivo dei lavori di “recupero urbano del Rione Anime Sante”
  • 13 Marzo, 2009
    Alimena: la Giunta Comunale incontra Imprenditori del Nord
  • 19 Febbraio, 2009
    Assessorato Politiche Giovanili: identità virtuale e Forum dei Giovani
  • 16 Febbraio, 2009
    Comune di Alimena: approvazione schema di contratto per la concessione di immobili comunali
  • 25 Giugno, 2008
    Comune di Alimena – 24/06/2008 – Nominata la nuova Giunta Comunale
  • 3 Commenti su “Comune di Alimena: dichiarazione dello stato di calamità naturale”

    1. So che per la s.p. 19 di Caltanissetta non si sta laciando niente di intentato, ma vi chiedo in qualità di amministratori di essere più incisivi anche con forme di proteste collettive. E’ necessario porre fine a questa situazione anomala che consente a tutti di circolare pur essendo chiusa al transito. Tra l’altro a seguito delle ultime abbontanti piogge, la situazione si presenta molta pericolosa. Concludo dicendo che quella strada è di fondamentale importanza per la comunità Madonita e che la Provincia di Caltanissetta dovrà tenerne conto.

    2. Le vera “calamita’”e il fatto che nei ultimi 12 anni la strada che collega il Paese con lo svincolo di Resuttano nessuna amministrazione Comunale (o Regionale) e stata capace di riparare la strada nel modo giusto!Come si giustificano queste persone,io non potro’mai capire.Hanno la faccia come le pietre,non arrosssisce mai!!!!!

    3. La dichiarazione di calamità nazionale è una vera Provvidenza, che, unita alle previsioni di spesa, risolverà, di per sè, il problematico dissesto territoriale. Mi auguro che la piovosità nei prossimi tre mesi sia minima e che i casi San Fratello, Giampileri, Maierato etc.. restino solo ricordi storici. Un caro saluto a tutti. Salvatore A.

    Lascia un commento

    Prima di essere pubblicati saranno approvati dal moderatore

      Come formattare il testo
    • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
    • Tag HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
    • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.


    << PRECEDENTE
    SUCCESSIVO >>


    Torna su




    Segui alimenaonline.eu su FACEBOOK



    Ultime News SITI AMICI