Alimena (Pa) – I Comunicati del gruppo di maggioranza e di minoranza

Alimena (Pa) - I Comunicati del gruppo di maggioranza e di minoranza

A distanza di sette giorni arrivano le risposte della “politica” alimenese alle ultime vicende locali. Nessun documento ufficiale prodotto all’ interno di nessun Consiglio Comunale, solo comunicati penzolanti dai pali di una piazza dove le distanze tra coloro che detengono il mandato elettorale e gli Alimenesi stessi che glielo hanno dato – per la prima volta compatti, anche se sparsi in tutto il mondo, contro questa assurdità – diventano incolmabili e funzionali solo a chi, perchè corresponsabile, non vuole mettere in discussione, con la giusta fermezza, quello sterile e indignitoso metodo politico che negli ultimi 20 anni ad Alimena, ha deciso, in negativo, le sorti della qualità politica e culturale della nostra comunità.

Scarica Comunicato Gruppo Maggioranza - (1.06 MB) Scarica Comunicato Gruppo Minoranza - (469.66 kB)

© 2013, www.alimenaonline.eu. Tutti i diritti riservati.

Torna su

Tag:,



TRADUCI ARTICOLO


ARTICOLI CON LO STESSO TAG
  • 5 marzo, 2018
    Alimena (Pa) – Risultati Elezioni Nazionali 2018
  • 6 novembre, 2017
    Alimena (Pa) – Risultati Elezioni Regionali 2017
  • 1 marzo, 2016
    Alimena (Pa) – Clima politico rovente, dalle tecnologie per giustificare le assenze dell’ assessora ai comunicati appesi al palo (video)
  • 4 febbraio, 2016
    Alimena (Pa) – Ecco il rinnovamento: il Sindaco inaugura l’ Amministrazione a distanza. L’assessora Mari Albanese assente in giunta per 15 volte consecutive (video)
  • 13 gennaio, 2016
    Alimena (Pa) – Nessun taglio considerevole alle spese. Per le festività natalizie l’ Amministrazione spende più del 2014
  • 23 marzo, 2015
    Alimena (Pa) – Non si placano le polemiche. “Amare Alimena” attende il Sindaco in Consiglio Comunale
  • 18 marzo, 2015
    Alimena (Pa) – E mentre si dimette anche l’ Assessore Mustafi, il Sindaco risulta essere sempre più “inadeguato” (video)
  • 17 marzo, 2015
    Alimena (Pa) – La risposta della minoranza alle ultime dichiarazioni del Sindaco
  • 23 settembre, 2014
    Alimena (Pa) – Comizio del gruppo politico di minoranza “Amare Alimena” (video)
  • 18 settembre, 2014
    Alimena (Pa) – La minoranza scende in piazza. Domenica 21 Settembre previsto un comizio
  • 21 agosto, 2014
    Alimena (Pa) – Doloso l’incendio che ha devastato la Balza Areddula. Il Sindaco: “nessuno zio Fester di turno ci può cacciare” (audio)
  • 9 agosto, 2014
    Alimena (Pa) – Incendiata l’auto dell’Assessore Mustafi. Continuano gli atti intimidatori
  • 16 luglio, 2014
    Alimena (Pa) – L’ Assessore Roberto Tedesco rinviato a giudizio. L’opposizione chiede le dimissioni e la costituzione dell’ Ente come parte civile
  • 14 luglio, 2014
    Alimena (Pa) – Sondaggio periodico di gradimento sull’operato dell’ Amministrazione Comunale
  • 11 luglio, 2014
    Alimena (Pa) – Il Comune si costituisce parte civile nel procedimento giudiziario contro l’ex-Sindaco Giuseppe Scrivano
  • 28 Commenti su “Alimena (Pa) – I Comunicati del gruppo di maggioranza e di minoranza”

    1. Ma allora è vero del nuovo assessore, anzi assessora? Ma povera figghia, si rende conto che è un ripiego? Il trota-sindaco è andato a bussare a varie porte più autorevoli di lei, ed ora ha trovato la porta aperta solo nella povera figghia della sua candidata! Il professore Tedesco avrà la sua baby collega, sua alunna fino all’altro ieri e lo scienziato dei scienziati dottore Stracci, dovrà amministrare con la baby assessora e il matusalemme del consigliere più antico del mondo potrà dire “posso essere suo nonno”. Era concordato anche questo con gli altri naufraghi-amministratori o è una scelta personale?

    2. beh ultima genialata di pino ..altra nomina tra gli amici fedelissimi..ora si spiega il forte intervento della signorina mic chiacc in suo favore… complimenti per l’opera di lecchinaggine..adesso sei diventata assessoresssaaaaaaa…ahahhahaha… pino ma se scrivo qualcosa a favore tuo mi fai fare il vice sindaco? o anche l ‘assessore va bene! fammi sapere..aspetto tue notizie.!!! gente aprite gli occhi..mandiamola a casa qst gente prima che ci distrugga. grande pino…seiiiii un mitoooooooooo

    3. è ora di mandarli tutti a casa(destra-sinistra-centro-ecc…)

      spero che la vicenda “MPS” vi faccia capire che anche la sinistra ha fatto i suoi inciuci e inciucetti…..

      riprendiamo in mano noi cittadini la politica e non deleghiamo più nessuno.

      FORMIAMO ANCHE AD ALIMENA IL MOVIMENTO 5 STELLE(NO POLITICI DI PROFESSIONE)

      SIATE CURIOSI E INFORMATEVI

      VOTA MOVIMENTO 5 STELLE

    4. E N Z O uno di noi.

      A N T O N I O uno di noi.

      R O S A R I O uno di noi.

      Tutti gli altri nostri nemici.Quaquaraqua senza P…e.

    5. Non so se mettermi a ridere o piangere per tutto quello che leggo,ma una cosa la voglio dire! Finora il “Pagliaccio” si vedeva solo al circo, ma a quanto pare lo sa fare benissimo anche qualcun altro…….Enzo, ti vedo benissimo come sindaco, ricevi già adesso il mio voto. Ammiro moltissimo persone come Enzo e sopratutto Antonio che sono ritornati con i piedi per terra,ma A TESTA ALTAAAAAAAAAAAAAAAAAAA

    6. Quando si dice il progresso!
      La discesa in campo con la Lega è già passato remoto ed
      è iniziata la propaganda elettorale per le prossime imminenti comunali.

    7. DOTT. ALVISEEEEEEEEEE STRACCI QUANDO SI DECIDE A DIMETTERSI? FORSE NON HA ANCORA CAPITO CHE è IN GRAVE RITARDO.
      MAGARI DEVE CONCORDARE LE DIMISSIONI CON SCRIVANO E CON IL NEO ASSESSORE ALLA CULTURAAAAAAA D’AMICO COSI COME AVETE FATTO PER LA LETTERA ESPOSTA IN PIAZZA?
      ASCOLTI UN CONSIGLIO: SI RITIRI FINCHE’E’ IN TEMPO, LEI NON E TAGLIATO PER FARE POLITICA HA GIA PERSO ABBASTANZA STIMA E TEMPO. SI DEDICHI SOLO A FARE IL LIBERO PROFESSIONISTA PER IL QUALE E’STIMATO.

    8. Bravo Rosario questo paese ha bisogno di decisioni forti e nette come le tue per sperare di potersi finalmente risvegliare dal lungo sonno in cui è stato costretto in tutti questi lunghi anni .

    9. Salve Peter Pan, ben tornato dall’isola che non c’è. Suppongo che i duelli con capitano Uncino ti hanno tenuto impegnato per diversi anni fuori Alimena e quindi è ovvio che non sei informato sulle vicende politiche degli ultimi decenni. Della storia della sinistra alimenese, e non solo, potrei parlarti per ore, visto che l’ho vissuta in prima persona da quando avevo la tenera età di 13 anni. Non credo che ti interessi sapere quello che ho fatto in questi ultimi 40 e più anni, ma una cosa voglio dirtela: ho sempre operato alla luce del sole e non mi sono mai nascosto dietro nomi da cartoni animati. Sicuramente ho commesso errori nella mia esperienza politica, ma ti garantisco che la sinistra,’ e non solo quella alimenese purtroppo, ha fatto molto di suo per arrivare al punto in cui si trova. Se solo fossi stato più presente ricorderesti che nell’ultimo mio comizio , che risale a ben 5 anni fa, ho spiegato in piazza il perchè del mio ritiro dalla politica attiva, ma mi rendo conto che pretenderei troppo da un personaggio dei cartoni animati. Comunque voglio svelarti un segreto. La mia presenza su queste pagine è colpa di Scrivano. Infatti se non avesse fatto la scelta scellerata di candidarsi con la lega nord sarei rimasto tranquillamente a fare, come dici tu, il filosofo, ma per fortuna conservo ancora la capacità di indignarmi e quindi ho ritenuto giusto esprimere la mia opinione, con tanto di firma alla fine. Per chiudere questo mio intervento voglio ricordarti che anni fa ho polemizzato con un altro scrittore anonimo,” il pellegrino”, e anche con lui ho chiuso dicendo che celarsi dietro uno pseudonimo non è altro che pura viltà.Un’ultima annotazione: saluto con piacere la notizia della dimissione del Consigliere di maggioranza Richiusa che con questo atto ha rimediato alla magra figura di aver firmato quel documento di pseudo dissociazione apparso ieri in piazza. Credo che a fare traboccare il vaso sia stato assistere alla sceneggiata messa in opera ieri sera in sala Balducci. Cordialmente Enzo Falzone

    10. Cari amici del Web nel tardo pomeriggio di ieri il Coordinatore Regionale della Lega insieme al neo Assessore alla Cultura ed al Turismo ed al Presidente del consiglio comunale di Alimena hanno incontrato la cittadinanza per spiegare le ragioni delle loro scelte.
      Nel corso dell’incontro il consigliere Scelfo ha confermato che il comunicato esposto in Piazza, con il quale i firmatari si sono dissociati dalle scelte politiche del Sindaco e dei suoi amici, era stato concordato, lo stesso consigliere concludeva la pietosa manifestazione di affetto chiedendo al Sindaco di ricandidarsi alle prossime elezioni comunali.
      In poche parole mi è sembrato di capire che D’amico, Bausone e Scrivano a Roma potrebbero esercitare le prerogative dei parlamentari leghisti ad Alimena insieme a Scelfo ed ai firmatari del comunicato continuare ad occuparsi dei bisogni della comunità Alimenese, miseramente abbandonata a dire di Scrivano dai politici che avrebbero dovuto rappresentarla (Pellegrino, Parlavecchio, Scoma , Miccichè, Fallica, Mineo, Cimino etc.. etc….).
      Ebbene, cari amici mi sembra che sia arrivata l’ora di scrivere la parola fine.
      Ieri pomeriggio dopo la lettura del comunicato ed a seguito delle dichiarazioni del consigliere Scelfo sono stato costretto a dichiarare la mia uscita dal gruppo di maggioranza.
      Oggi ho maturato la convinzione di dimettermi come di fatto ho già rassegnato le dimissioni da V. Presidente del Consiglio e da Consigliere comunale.
      A questo punto ritengo assolutamente necessario promuovere nei prossimi giorni insieme a tanti altri cittadini uomini e donne di buona volontà un ” Comitato cittadino di liberazione e di salute pubblica”" il cui obbiettivo primario sarà quello di elaborare un programma sostenibile e condiviso da portare avanti senza ricorrere all’aiuto del modello leghista, ma con il solo contributo degli Alimenesi che si sono sempre contraddistinti per onestà e laboriosità.
      Alimena lì 28.01.2013
      F.to Rosario Musso

    11. onore al consigliere richiusa!! c’e’ un limite nella vita che non va mai oltrepassato che e’ la DECENZA.
      evidentemente per Richiusa come pure per chi scrive,si e’ oltrepassato,malgrado il suo fratellino abbia palesemente mostrato idee diverse( o “gentilmente “persuaso a mostrarle), lui ha rotto gli argini….speriamo che altri lo seguano…..ONORE a te RICHIUSA.

    12. bravo antonio richiusa, bisogna avere i c……ni già ieri avevi dimostrato di averli, firmando quella lettera nonostante uno dei candidati nella lista di scrivano è tuo fratello massimo.

    13. Ma quanta bella visibilità gratuita sta portando questa storia a questo sito e ad Enzo.
      Di vittime qua non ce ne sono e se non si fosse dimesso lui, lo avrebbero cacciato,perchè tutto ha un limite.
      Comunque tanti auguri a tutti sti lestofanti…

    14. »Non solo per l’indirizzo politico scelto ma soprattutto per il metodo adottato»

    15. Antonio Pappalardo, generale dei carabinieri in congedo, autore ell’ esposto: «Ero capolista alla Camera, ma mi sono ritirato. Moduli in bianco autenticati con firma e timbro del sindaco di Alimena, prima di avere i nominativi»

    16. Ammirevole e puntuale come i mondiali di calcio ecco risentire il dott. Falzone, ti vediamo per la campagna elettorale e il mese successivo alle elezioni,se la sua parte politica vince, in caso contrario fino al giorno prima del voto.
      Per chi non lo conoscesse ha avuto il merito di disintegrare il centrosinistra nel momento peggiore della storia del centrodestra alimenese.
      Meglio tardi che mai, dimesso o revocato poco importa per chi nella sua vita riesce a decidere da solo e ad andare diritto per la sua strada solo o in compagnia senza tradire mai i suoi valori, invece che sbandierare ancore vecchie ideologie politiche superate ed in ogni caso raramente rispettate.
      Diceva un grande cantautore “libertà è partecipazione”, non stare lontano convinti di essere filosofi di alto livello e non avere mai il polso del paese.

    17. Enzo, per favore pubblica la delibera del consiglio comunale, oppure metti un link di riferimento all’albo pretorio.
      Tanto la delibera è visionabile da tutti i cittadini.
      Siamo curiosi al Nord di sapere come stanno le cose.

    18. Tratto da un discorso dell’ON. Senatore Cetto. http://www.cetto.it/appuntamenti.html

      La storia mi chiama e io rispondo: presente. Innanzituttamente: basta con lo scontro. Basta con la lotta all’avversario. Il paese ha bisogno di una fase nuova, di pacificazione tra gli opposti. Intalsensamente ho già pronti i nuovi slogan. Basta con la lotta tra maggioranza e opposizione. basta con la lotta tra laici e cattolici. Basta con la lotta all’evasione fiscale. Basta con la lotta alla povertà. Basta con la lotta alla criminalità. quando dico basta è basta! Siamo in una fase nuova. Non serve la lotta ma il dialogo. E non solo tra forze politiche. Serve il dialogo anchemente tra istituzioni e cittadini, tra amministrati e amministratori, tra rapiti e rapitori, tra truffati e truffatori, tra ‘ndrangheta e camorra, tra assassini e assassinati… tra cornuti e figghji i buttana: dialogo! La parola d’ordine è dialogo! Scusabilmente scusatemi. Mi sono fatto prendere la mano. Dovevo dire quelle quattro puttanate. Adesso va di moda fare i buoni, tanto la gente crede a tutte le cazzate che gli dici. Insommamente, infinemente e concludibilmente, il 2010 è stato un anno di luci ed ombre. Per cui, contando in un rilancio nel 2011, sintetizzo: ‘nto culu al 2010! E già che ci siamo, ‘nto culu anche al 2011!

      A parte le battute vi consiglio di leggere il manuale elettorale che trovate a questo indirizzo:http://www.camera.it/303
      Pino è un geniale furbone.(tuttu putiti diri ma a testa ci camina)
      Se la percentuale di astenuti al voto in Sicilia si confermerà anche alle Nazionali e lui manterrà il proprio numero di votanti, lui sarà Deputato.
      In mio in bocca al Lupo anche se non voterò per la Lega Nord.

    19. Il comunicato dei due assessori e dei quattro consiglieri denota un elevato grado di ambiguità, che raggiunge l’acme nell’uso dell’aggettivo “forte” del quinto comma.Infatti, non si capisce in cosa consista la forza della scelta e se è una “scelta forte” non si capisce la sua “non condivisione” e come non possa non avere già offuscato e condizionato l’operato positivo, passato e futuro, di codesta Amministrazione. E ciò perchè l’operato è stato guidato e, in parte, praticato da soggetti, che predicavano una cosa e ne pensavano un’altra, e perchè è venuta meno la serenità e la fiducia nell’opera predicata. L’avere espresso “la non condivisione” e non la dissociazione o meglio ancora le dimissioni equivale all’accettare volontario di essere presi per i fondelli, nascondendosi dietro l’eventuale diversità di orientamento degli aderenti alla lista civica “Alimena in Comune”. Nulla quaestio sulle scelte personali, ma quando queste scelte personali incidono negativamente nel sociale, cui appartengo,non posso starmene al balcone a mirar le stelle, specie se rivesto una carica elettivamente affidatami da cittadini, che, fiduciosi, hanno creduto nello indirizzo politico da me manifestato.

    20. Enzo, spiegagli a Rino che tu non puoi vedere chi sono le persone che scrivono. Hanno detto stasera che tu vedi chi sono le persone perchè li filtri. Addirittura il sindaco in un passo ha detto che scriveresti tu. Poveretti! Però che trio eccezionale! non sanno più che dire. Comunque ti consiglio di farti dare le registrazioni dai tuoi amici e di pubblicarle e se è il caso di mandarle in procura. ci sono passi interessantissimi del consigliere Scelfo, in cui dice che tu hai amministrato 140.000 euro all’anno e che perciò con quei soldi si fanno gli amici…. Ma cosa voleva dire? I soldi non li amministrava anche lui in quanto amministratore e tutti gli altri?
      Pietosa la lettera della maggioranza concordata. Ma non vi vergognate: Stracci, Calabrese, Tedesco, Richiusa(presente e muto) e Curione?! Vergognaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa

    21. finalmente dopo tante attese il gruppo di maggioranza quasi al completo ha partorito la famosa lettera ,quasi tutti perchè il consigliere Di Gangi non ha firmato certo non poteva perchè tra i candidati della Lega c’è anche lo zio Antonio Li Puma.
      visto il contenuto della lettera, lascia pensare che sia stata concordata , o peggio ancora che sia stata dettata dal sindaco.
      cari concittadini dovete sapere che dopo avere esposto in piazza la lettera il consigliere scelfo , l’avv. calabrese e altri si sono recati a casa del sindaco. perchè? sono andati a chiedere scusa o a prendere ordini?
      bene , dopo avere assistito alla riunione nella sala balducci , una cosa è certa miei cari concittadini quella lettera pubblicata è una presa in giro. tutto concordato , le distanze prese dal sindaco sono solo per dirlo a noi ma di fatto non è vero, questo è stato detto in pubblica riunione dal consigliere scelfo , che ha ribadito: la maggioranza è combatta e la lettera è stata concordata con il sindaco e l’unico fuori dalla maggioranza è musso.
      quindi come vedete sono solo dei codardi , non hanno il coraggio di affrontare scrivano hanno paura di fare la fine di albanese . Che vergogna!!!!!
      alimenesi teniamo alto il nostro onore, il 24 e 25 febbraio con il nostro voto , mandiamo al quel paese…… SCRIVANO E LA LEGA DEL NORD .

    22. Lega nord il partito più falso dei falsi in bilancio di Silvio Berlusconi. Ma andiamo, come si fa a dare credibilità ancora a quel partito di *****? Falsi, ladri e meschini. E la gente cogliona che ci sta appresso… E poi Bossi che è indagato e che si è dimesso viene così nominato presidente a vita? Ma stiamo scherzando? E Maroni poi? E’ il più falso di tutti visto che ha negato di non sapere nulla quando in realtà sa benissimo perchè lui tiene i conti del partito. Andrebbero fucilati e lasciati marcire nel loro stesso letame! Non sanno solo parlare, sanno anche abbindolare i poveri ignoranti rimasti nel nord italia che se fossero veramente intelligenti li ammazzerebbero direttamente invece di farsi fregare i soldi da sotto il naso.

    23. Signor Sindaco
      nella qualità di alimenese di nascita, anche se non più di residenza da tempo, la esorto finche è in tempo a desistere dalla sua scelta politica di associarsi ad un movimento nato esclusivamente per tutelare gli interessi di un territorio che non è il nostro e che fra l’altro mantiene nel proprio statuto lo “scellerato”disegno di dividere la nostra Italia!Ma Lei si rende conto di quante umiliazioni i”nostri emigranti terroni” hanno dovuto subire ed ancora subiscono per opera della Lega?Sono convinto che ha tutta la disapprovazione dei suoi predecessori vivi e morti,quest’ultimi sicuramente si staranno rivoltando nella tomba(anche mio padre!)Si ricordi il famoso ed antico aforisma”errare humanum est perseverare autem diabolicum”

    24. Dimenticavo. Ma richiedere la carta di identità ad un conoscente con la scusa di utilizzarla per le elezioni comunali di maggio e invece presentare una candidatura all’insaputa degli stessi , alla camera dei deputati o al senato della repubblica, è penalmente rilevante? Sì! Lo è! E la procura dove è? E i Carabinieri?

    25. Forse è il caso di riflettere approfonditamente sulla situazione che si è instaurata in Alimena. Bisogna valutare bene se il detto “Il fine giustifica i Mezzi” è applicabile a questa scelta di candidarsi con il partito che ha sparato e continua a sparare a zero sul meridione ed in particolare sui Siciliani.Forse doversi svendere alla LEGA NORD, svendere la propria immagine e quella di un’intera comunità, tradire le aspettative di tutti i compaesani residenti e non, per provare a raggiungere il parlamento di Roma ,visto che quello Siciliano risulta off limits, nonostante gli svariati tentativi è davvero troppo. Penso che in questo caso il fine NON giustifica i mezzi.

    26. Esprimiamo la nostra non condivisione…ma che vuol dire…mi sembra proprio una posizione assunta da dei poveri sudditi e pure codardi che vogliono rimanere aggrappatti al mantello del loro re,pur rimanendogli un po distanti per non sentire la ormai la inevitabile puzza di morto(politicamente intendo).abbiate il coraggio delle vostre azioni e dimettetevi…

    27. Ammirevoli ma tardive le dimissioni (o la cacciata secondo altri) dell’oramai ex assessore Albanese. Per 4 anni e 8 mesi ha condiviso tutte le scelte del suo sindaco e della giunta di cui faceva parte. Comunque bisogna riconoscergli un minimo di senso del pudore cosa che invece sembra mancare agli altri ”dissociati”. Ho letto questa mattina il loro documento. L’ impressione che ne ho ricavato e quella di un atto dovuto. Non un minimo di sdegno per la scellerata scelta del loro sindaco. Mancava poco che alla fine scrivessero ”scusa Pino se ci siamo permessi. Per favore non cacciare pure noi”. Tardive anche le dimissioni dei consiglieri di minoranza. A mio avviso dovevano essere presentate subito dopo la ufficializzazione della candidatura di Scrivano e non aspettare che gli “indecisi” valutassero l’opportunità ”politica” delle dimissioni. Rinnovo l’invito a tutti gli alimenesi, residenti e non, ad esprimere con forza la loro contrarietà. Un modo semplice ma immediato può essere quello di mettere come immagine del profilo il logo padano con sopra scritto no grazie. cordialmente Enzo Falzone

    28. «non solo per l’indirizzo politico scelto ma soprattutto per il metodo adottato»


    << PRECEDENTE
    SUCCESSIVO >>


    POTREBBE INTERESSARTI:

    Torna su




    Segui alimenaonline.eu su FACEBOOK



    Ultime News SITI AMICI