Alimena Calcio

Jump to content.

A.S.D.Alimena TV


canale video A.S.D.Alimena

Raduno Alimenese

Raduno Comunita alimenese

Festival Natalizio

2004 - 2005 - 2006 - 2007- 2008 - 2009 - 2010 - 2011 - 2012
Festival Natalizio

Tutte le gare


Ultimi Commenti

  • Danilo: ringrazio maurizio per i complimenti :)
  • salvatore: complimenti ai ragazzi per il campionato, avete avuto alti e bassi ma tutto sommato siete andati oltre le...
  • maurizio domina: sono stracontento per danilo e ne approfitto per ringraziarlo via web.anche un furgone serve a far 2...
  • peter: era da ventanni che non si vedeva più un fenomeno nella squadra di alimena il prossimo anno seguiro...
  • maurizio domina: enzuccio !!!!puri tu ti cci minti?grazie per la dedica.sai che ci conosciamo e stimiamo da oltre 20...

Pagina facebook



SOSTIENI LA SQUADRA

Socio Sostenitore

Diventa Socio Sostenitore diventa Socio Sostenitore

Il nostro Paese

Alimena www.alimenaonline.eu

Cerca

Area riservata

Leggi gli altri articoli

<< articolo precedente -
>> articolo successivo -


Condividi sul web
  • Print
  • Facebook
  • Digg
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • email
  • MySpace
  • LinkedIn
  • Twitter
  • RSS
  • Technorati
  • Wikio
  • PDF

Messaggio del Presidente Sandro morgana alle societa’ siciliane

Inserito il 11 febbraio 2011 Stampa articolo Stampa articolo RSS commenti. [2]

morgana1Sono trascorsi appena quindici giorni dalla data di celebrazione dell’Assemblea Biennale delle società siciliane. In quella sede, affollata e partecipata, abbiamo stigmatizzato e condannato ogni atto di violenza compiuto in danno di chicchessia. Insieme abbiamo condiviso un percorso che poneva al centro di ogni riflessione la migliore cultura sportiva, quella, cioè, fondata sul rispetto dell’avversario, del compagno e dell’arbitro. Quella cultura fatta di accettazione reciproca, di rispetto delle regole, di lealtà, di coraggio, di senso dell’appartenenza e di fratellanza universale. Dobbiamo prendere atto, purtroppo, che quella che dovrebbe essere una festa, un’occasione di divertimento si trasforma spesso e volentieri in occasione di violenza. Le cronache delle gare sulla stampa sportiva non si limitano, ormai da tempo, a raccontarci di prodezze agonistiche, di gesti atletici, di performance di questo o quel calciatore, ma ci riferiscono di aggressioni, scontri, risse, assedi, agguati, lanci di oggetti, di pietre e vorrei fermarmi per non ricordare fatti più gravi che, nell’ultimo triennio, hanno caratterizzato la storia del nostro calcio. Assistere ad una partita di calcio, lo ribadisco, rappresenta uno dei più diffusi e popolari modi di impiegare il tempo libero. Purtroppo, probabilmente a causa dei modelli sociali che giornalmente ci vengono sottoposti, del degrado socio-economico, di una indiscutibile crisi delle agenzie preposte alla tutela dei valori e dell’educazione, scopriamo che andare ad assistere ad una gara di calcio potrebbe, anche, compromettere la nostra sicurezza e la nostra tranquillità. Le ultime giornate ci hanno fatto registrare episodi di inaudita violenza sia nel calcio a 11 che nel calcio a 5. Fatti che, come è stato sottolineato in una lettera che il Responsabile del Calcio A 5 ha inviato alle società di tale disciplina, rischiano di divenire un comportamento abituale ancorchè ingiustificato. Tale galoppante ondata di violenza va, dalle imboscate negli spogliatoi, prima dell’inizio delle gare, alle aggressioni, alle invasioni, ad atti di violenza gratuita in danno della squadra avversaria e degli arbitri. Non è questo il calcio che noi vogliamo. Non è per questi risultati che giornalmente impegniamo il nostro tempo, la nostra intelligenza, la nostra cultura dello sport, il nostro essere al servizio di questa disciplina e dei valori che deve trasmettere alle giovani generazioni. Noi vogliamo tornare al calcio che è attività sportiva e come tale necessità del rispetto di alcune regole che si rifanno all’etica sportiva ed al fair play rifiutando ogni elemento che possa screditare e danneggiare lo sport stesso. E se per ritornare a parlare di sport è necessario allontanarsi da un’ideologia a volte eccessivamente garantista, che rischia di divenire alibi per violenti ed intolleranti, lo faremo perché è necessario richiamare tutti ai propri doveri ed alle proprie responsabilità. La Giustizia Sportiva sarà chiamata ad emettere sentenze sempre più severe e rigorose. Non ci saranno sconti per i violenti perché la violenza non è degna dell’uomo e non può e non deve albergare nei campi sportivi. Nel corso dell’Assemblea abbiamo sottolineato con soddisfazione che le statistiche forniteci dal Giudice Sportivo erano confortanti giacchè ci facevano rilevare che, nel girone di andata di questa stagione sportiva, erano sensibilmente diminuiti gli episodi di violenza. Pur registrando un cambiamento culturale ed un sostanziale miglioramento della qualità dei nostri dirigenti, ribadiamo quanto sostenuto in Assemblea: “finchè ci sarà anche un solo episodio di violenza il livello di guardia rimarrà elevato”. Agli arbitri chiediamo il massimo dell’impegno, una refertazione seria e responsabile ed atteggiamenti inequivocabili sul piano comportamentale. Di contro garantiamo il nostro incondizionato sostegno e la nostra fiducia invitando tutti a rispettare la figura dell’arbitro. Alle Forze dell’Ordine ribadiamo il nostro grazie per l’impegno domenicalmente profuso per garantire la regolarità dei campionati e, se non sono sufficienti i provvedimenti della Giustizia Sportiva, ben vengano anche i provvedimenti DASPO che le Autorità di P.S. vorranno adottare. A breve l’A.I.A.C. Regionale convocherà un incontro con capitani, allenatori ed A.I.A.. In tale occasione avremo modo di porre in essere riflessioni, di acquisire pareri, di ascoltare tutti e di tradurre le analisi in un’unica, indiscutibile sintesi: bisogna tornare ad un’attività sportiva che sia rispetto delle regole e delle norme disciplinari. Bene amici miei. Come dice qualcuno il tempo della ricreazione è finito. E’ venuto il momento di rimboccarci le maniche e dimostrare, ciascuno per la parte di propria responsabilità, tutta quanta la buona volontà necessaria per far cessare questo stato di cose ed andare verso un futuro fatto di impegno e dedizione alla ricerca della libertà e del bene comune.

Condividi sul web
  • Print
  • Facebook
  • Digg
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • email
  • MySpace
  • LinkedIn
  • Twitter
  • RSS
  • Technorati
  • Wikio
  • PDF

2 comments Torna su

  1. giulio lo ha inserito il 14 febbraio 2011:

    Cominciate a mettere in campo arbitri più preparati e competenti, per ottenere risultati, bisogna investire, non necessariamente danari, in questo caso in formazione.
    Nell’99% dei casi è l’incompetenza degli arbitri che scatena le risse.

  2. pinoB lo ha inserito il 11 febbraio 2011:

    Belle parole presidente, pero’ mi fa dovere dire che conoscete e sapete nomi e cognomi di questi personaggi!!La domenica si va in trasferta in alcuni paesi,e ribadisco conoscete i personaggi che invece di giocare al calcio giocano a dare calci pugni e sputi in campo anche sotto osservazione del buon arbitro che già avrà subito la sua porzione di minacce prima della gara. Caro presidente mi dispiace ma la realtà è questa, ma purtroppo noi dobbiamo difenderci nn possiamo subire passivi queste violenze!!!Caro presidente spero che il suo intervento possa fare riflettere ancuni personaggi di alcune società che istigano i propri giocatori alla violenza.Purtroppo ribadisco dobbiamo difenderci da questi personaggi che nel girone di andata si sn comportati nel proprio campo da persone indegne dei veri porci,e come noi, ci saranno state altre squadre che hanno subìto le stesse angherie da questi personaggi. Adesso con il girone di ritorno stanno subendo la stessa vastasaggine che avevano inflitto precedentemente. questi dirigenti dovrebbero stare fuori dal mondo del calcio,mi auguro che già da domenica sia una festa del C A L C I O !!!!!auguri che vinca il migliore. un saluto agli amici di alimena in particolare alla redazione sportiva (veri signori) ho visto la partita dell’alimena nel sito,e stata una caccia all’ uomo!!!!!V E R G O G N A !!!!! un saluto a tutti gli amici


Rss Alimena Calcio RSS feed dei commenti a questo articolo.


Lascia un commento Torna su

Prima di essere pubblicati saranno approvati dal moderatore




Vedi anche

  • Nessun articolo correlato

Leggi gli altri articoliTorna su

<< articolo precedente -
>> articolo successivo -