Alimena Calcio

Jump to content.

A.S.D.Alimena TV


canale video A.S.D.Alimena

Raduno Alimenese

Raduno Comunita alimenese

Festival Natalizio

2004 - 2005 - 2006 - 2007- 2008 - 2009 - 2010 - 2011 - 2012
Festival Natalizio

Tutte le gare


Ultimi Commenti

  • Danilo: ringrazio maurizio per i complimenti :)
  • salvatore: complimenti ai ragazzi per il campionato, avete avuto alti e bassi ma tutto sommato siete andati oltre le...
  • maurizio domina: sono stracontento per danilo e ne approfitto per ringraziarlo via web.anche un furgone serve a far 2...
  • peter: era da ventanni che non si vedeva più un fenomeno nella squadra di alimena il prossimo anno seguiro...
  • maurizio domina: enzuccio !!!!puri tu ti cci minti?grazie per la dedica.sai che ci conosciamo e stimiamo da oltre 20...

Pagina facebook



SOSTIENI LA SQUADRA

Socio Sostenitore

Diventa Socio Sostenitore diventa Socio Sostenitore

Il nostro Paese

Alimena www.alimenaonline.eu

Cerca

Area riservata

Leggi gli altri articoli

<< articolo precedente -
>> articolo successivo -


Condividi sul web
  • Print
  • Facebook
  • Digg
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • email
  • MySpace
  • LinkedIn
  • Twitter
  • RSS
  • Technorati
  • Wikio
  • PDF

14/11/2004 V° di Andata (Alimena-Castelbuono 2-2)

Inserito il 14 novembre 2004 Stampa articolo Stampa articolo RSS commenti.

Alimena – 2 2 - Castelbuono
7° 1°T – Vilardi M.
45° 1°T – Albanese V.(R)
36° 2°T – n° 10 (R)
45° 2°T – n° 9

Migliore in campoMigliore in campo
Macaddino Gino

Arbitro: Cangemi

   

Video-Cronaca

Alimena-Castelbuono 1 - 0 (Vilardi M.)

Alimena-Castelbuono 1 - 0 (Vilardi M.) (924 kb)

Alimena-Castelbuono 2 – 0 (Albanese V.)

Alimena-Castelbuono 2 - 0 (Albanese V.) (866 kb)

Cronaca

di Castrenze Calascibetta.

La 5° giornata di campionato mette di fronte l’A.S.Alimena e l’A.S.Castelbuono, primo in classifica a punteggio pieno.
Da segnalare la brutta sorpresa che i sostenitori della squadra di casa, hanno ritrovato recandosi presso il campo comunale Rosario Di Prima; porte chiuse a causa dell’inagibilità degli spalti. I tifosi giallo-verdi non perdendosi d’animo, nonostante il divieto, rendendosi responsabili delle loro azioni, superano le barriere, oltrepassando le mura che circondano il campo sportivo.
La partita inizia con venti minuti di ritardo, a causa dell’arrivo poco puntuale della squadra ospite.
La gara comincia con un sostanziale equilibrio, ma dopo un quarto d’ora l’Alimena prende in mano le redini del gioco e al 20° minuto passa in vantaggio con un goal di Vilardi M.. L’A.S.Alimena continua ad attaccare e il Castlebuono si trova spesso in difficoltà, soprattutto dopo l’annullamento di un goal per fuori gioco al 41°. Al 45° viene messo giù, in piena area di rigore, Macaddino M; l’arbitro concede il calcio di rigore che viene realizzato da Albanese V.. Prima della realizzazione del penalty, un’accesa mischia coinvolge l’arbitro, che viene minacciato violentemente dal presidente, dai dirigenti e dai giocatori del Castelbuono.
Con un clima incandescente i giocatori tornano negli spogliatoi.
Nel secondo tempo, il Castelbuono torna in campo con i nervi a fior di pelle, a causa delle minacciose intimidazioni all’arbitro, da parte dei dirigenti del Castelbuono. Al 27° minuto viene espulso il n°25 del Castelbuono, episodio questo che riaccende gli animi. L’arbitro perde il controllo della partita, allontana i dirigenti della squadra ospite, i quali però invadono prepotentemente e continuamente il campo, incitando alla violenza contro l’arbitro i giovanissimi della propria squadra. Al 30° minuto l’arbitro concede il calcio di rigore all’A.S.Castelbuono per un fallo del portiere dell’Alimena su un’attaccante avversario. Per regolamento il portiere Domina G. viene espulso; il suo posto viene ricoperto da Parisi G. che si trova di fronte il n°10. Parisi G. riesce a respingere il tiro dal dischetto, ma l’arbitro, a causa dell’invasione dell’area di rigore dei giocatori giallo-verdi, decreta la ripetizione del penalty, che viene concretizzato regolarmente, nonostante la ripetuta invasione dell’area di rigore, al 36° minuto. La partita prosegue, ma con continue interruzioni, perché il calciatore del Castelbuono espulso e i suoi dirigenti non vogliono abbandonare il rettangolo di gioco. Al 45° il Castelbuono raggiunge il pareggio con un goal del n°9 sugli sviluppi di un calcio d’angolo.
L’arbitro non concede il recupero dei minuti persi a causa delle prepotenze della squadra ospite. La partita si chiude così in pareggio fra le proteste dei tifosi e dei calciatori giallo-verdi. Resta comunque la grande prestazione dell’A.S.Alimena, che rallenta la fuga della capolista, meritando più di quanto ha raccolto.
La 5° giornata di campionato mette di fronte l’A.S.Alimena e l’A.S.Castelbuono, primo in classifica a punteggio pieno.
Da segnalare la brutta sorpresa che i sostenitori della squadra di casa, hanno ritrovato recandosi presso il campo comunale Rosario Di Prima; porte chiuse a causa dell’inagibilità degli spalti. I tifosi giallo-verdi non perdendosi d’animo, nonostante il divieto, rendendosi responsabili delle loro azioni, superano le barriere, oltrepassando le mura che circondano il campo sportivo.
La partita inizia con venti minuti di ritardo, a causa dell’arrivo poco puntuale della squadra ospite.
La gara comincia con un sostanziale equilibrio, ma dopo un quarto d’ora l’Alimena prende in mano le redini del gioco e al 20° minuto passa in vantaggio con un goal di Vilardi M.. L’A.S.Alimena continua ad attaccare e il Castlebuono si trova spesso in difficoltà, soprattutto dopo l’annullamento di un goal per fuori gioco al 41°. Al 45° viene messo giù, in piena area di rigore, Macaddino M; l’arbitro concede il calcio di rigore che viene realizzato da Albanese V.. Prima della realizzazione del penalty, un’accesa mischia coinvolge l’arbitro, che viene minacciato violentemente dal presidente, dai dirigenti e dai giocatori del Castelbuono.
Con un clima incandescente i giocatori tornano negli spogliatoi.
Nel secondo tempo, il Castelbuono torna in campo con i nervi a fior di pelle, a causa delle minacciose intimidazioni all’arbitro, da parte dei dirigenti del Castelbuono. Al 27° minuto viene espulso il n°25 del Castelbuono, episodio questo che riaccende gli animi. L’arbitro perde il controllo della partita, allontana i dirigenti della squadra ospite, i quali però invadono prepotentemente e continuamente il campo, incitando alla violenza contro l’arbitro i giovanissimi della propria squadra. Al 30° minuto l’arbitro concede il calcio di rigore all’A.S.Castelbuono per un fallo del portiere dell’Alimena su un’attaccante avversario. Per regolamento il portiere Domina G. viene espulso; il suo posto viene ricoperto da Parisi G. che si trova di fronte il n°10. Parisi G. riesce a respingere il tiro dal dischetto, ma l’arbitro, a causa dell’invasione dell’area di rigore dei giocatori giallo-verdi, decreta la ripetizione del penalty, che viene concretizzato regolarmente, nonostante la ripetuta invasione dell’area di rigore, al 36° minuto. La partita prosegue, ma con continue interruzioni, perché il calciatore del Castelbuono espulso e i suoi dirigenti non vogliono abbandonare il rettangolo di gioco. Al 45° il Castelbuono raggiunge il pareggio con un goal del n°9 sugli sviluppi di un calcio d’angolo.
L’arbitro non concede il recupero dei minuti persi a causa delle prepotenze della squadra ospite. La partita si chiude così in pareggio fra le proteste dei tifosi e dei calciatori giallo-verdi. Resta comunque la grande prestazione dell’A.S.Alimena, che rallenta la fuga della capolista, meritando più di quanto ha raccolto.
.

Foto







Condividi sul web
  • Print
  • Facebook
  • Digg
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • email
  • MySpace
  • LinkedIn
  • Twitter
  • RSS
  • Technorati
  • Wikio
  • PDF



Vedi anche

Leggi gli altri articoliTorna su

<< articolo precedente -
>> articolo successivo -