Alimena (Pa) – E mentre si dimette anche l’ Assessore Mustafi, il Sindaco risulta essere sempre più “inadeguato” (video)

Anche Natasha Mustafi, assessore allo Sport turismo e spettacolo del Comune di Alimena – dopo le defezioni  dell’ ex-assesssore D’Angelo, dell’ ex-consigliera Giulia Polizzi e del vicepresidente del Consiglio Comunale Giovanni Di Maggio (impropriamente ancora incollato alla poltrona nonostante la sua più che prolungata assenza in loco) - ha rassegnato le dimissioni.

Da quanto emerge dalla sua lettera inviata e protocollata già lo scorso 12 Marzo, le motivazioni che l’hanno portata a trasferirsi in Germania sono personali, di lavoro.

Ma quando si sale su un palco coraggiosi, apparentemente pronti a tutto e apparentemente fieri ed elettrizzati di iniziare un’ avventura del genere, invitando i cittadini a non arrestare la marcia entusiasta delle idee, ragioni importanti di coerenza, credibilità e rispetto per i propri elettori richiedono in realtà che si combatta per quelle idee, a prescindere che esse si siano trasformate o meno in concretezza.

Entrare nel merito delle scelte prese dall’ex assessore Mustafi non spetta a nessuno, fuorché a se stessa, al suo sindaco ed ai suoi colleghi. Ma una cosa che il cittadino, e soprattutto l’elettore, deve chiedersi è se sia possibile degradare l’impegno preso da un amministratore verso la sua comunità, ad un rilievo inferiore, come se occuparsi della cosa pubblica possa diventare d’ un tratto meno prioritario di qualcos’ altro.

E mentre i cittadini attendono ancora il fondo speciale per le persone realmente in difficoltà, la neo-dimissionaria, come ultimo colpo di coda, forse in virtù delle critiche ricevute sui social, ha pensato bene di devolvere la sua ultima indennità, quella di febbraio, a due associazioni sportive, la USD Alimena e la Sicilia Powerlifting, che già ricevono dal Comune contributi non indifferenti.

Ma stante alle assordanti “voci di popolo”, provenienti purtroppo anche da molti elettori che nel 2013 hanno dato la loro fiducia alla squadra del sindaco Stracci, ad oggi tutta la storia di questa Amministrazione sembra un concentrato di trasformismi, mezze verità, incoerenze, inciuci e ipocrisie. Se poi, a fare da collante, si aggiunge qualche professionista della macchina del fango, era già chiaro allora che questo sarebbe stato un cocktail esplosivo, un rinnovamento che avrebbe fatto acqua da tutte le parti e che nessun idraulico avrebbe potuto riparare.

Ora, a quasi due anni dal suo insediamento, il paladino dottor Stracci, con addosso gli abiti a tratti della vittima e a tratti dell’ eroe, non dovrebbe avere difficoltà  a comprendere come mai i cittadini di Alimena facciano fatica a riconoscerlo come Primo Cittadino – pur consapevoli dell’enorme gravità dei disprezzabili episodi avvenuti in passato e che mai nessuno ha posto nel dimenticatoio – basterebbe passarsi una mano sulla coscienza.

Quindi, anche in virtù delle ultime dichiarazioni rilasciate, è facilmente intuibile come l’unica cosa di cui questo paese – “diverso” dagli altri – abbia  veramente bisogno, è un Sindaco diverso, un Sindaco che non si senta un disadattato a servire il suo paese e che non mostri alcuna triste rassegnazione o indifferenza di fronte allo sfascio che l’emigrazione sta provocando nel tessuto sociale di piccole comunità come Alimena.

lettera dimissioni assessore mustafi

P.S.= Nel caso delle rimostranze della testata online Madoniepress, dico solo che, per rispettare il lavoro altrui, non serve alcun decreto legislativo, sarebbe bastato riportare la fonte, come questo blog ha fatto con il vostro nome, invece di estrapolare un pezzo di una foto, escludendone il copyright, per dare maggiore enfasi ad un articolo e ricercare poi regole proprie del giornalismo in altri.

Per inciso, anche l’ attuale Amministrazione, quando su questo blog è scoppiata la polemica ad esempio con Alessandro Rugnone, ha ritenuto opportuno affidare la replica ad altri, tracciando quella strada che ora voi lamentate essere percorsa da altri.

Detto questo, l’unica “nota di colore” che si riscontra in questa vicenda è la vostra “presunzione” di dire ad un gruppo consiliare di una comunità che non è la vostra, come comportarsi. L’opinione della vostra inviata è solo una piccolissima parte, peraltro viziata da rancori personali, della verità delle cose, che solo i cittadini alimenesi possono comprendere.

© 2015, www.alimenaonline.eu. Tutti i diritti riservati.

Torna su

Tag:



TRADUCI ARTICOLO


ARTICOLI CON LO STESSO TAG
  • 1 marzo, 2016
    Alimena (Pa) – Clima politico rovente, dalle tecnologie per giustificare le assenze dell’ assessora ai comunicati appesi al palo (video)
  • 4 febbraio, 2016
    Alimena (Pa) – Ecco il rinnovamento: il Sindaco inaugura l’ Amministrazione a distanza. L’assessora Mari Albanese assente in giunta per 15 volte consecutive (video)
  • 13 gennaio, 2016
    Alimena (Pa) – Nessun taglio considerevole alle spese. Per le festività natalizie l’ Amministrazione spende più del 2014
  • 23 marzo, 2015
    Alimena (Pa) – Non si placano le polemiche. “Amare Alimena” attende il Sindaco in Consiglio Comunale
  • 17 marzo, 2015
    Alimena (Pa) – La risposta della minoranza alle ultime dichiarazioni del Sindaco
  • 23 settembre, 2014
    Alimena (Pa) – Comizio del gruppo politico di minoranza “Amare Alimena” (video)
  • 18 settembre, 2014
    Alimena (Pa) – La minoranza scende in piazza. Domenica 21 Settembre previsto un comizio
  • 21 agosto, 2014
    Alimena (Pa) – Doloso l’incendio che ha devastato la Balza Areddula. Il Sindaco: “nessuno zio Fester di turno ci può cacciare” (audio)
  • 9 agosto, 2014
    Alimena (Pa) – Incendiata l’auto dell’Assessore Mustafi. Continuano gli atti intimidatori
  • 16 luglio, 2014
    Alimena (Pa) – L’ Assessore Roberto Tedesco rinviato a giudizio. L’opposizione chiede le dimissioni e la costituzione dell’ Ente come parte civile
  • 14 luglio, 2014
    Alimena (Pa) – Sondaggio periodico di gradimento sull’operato dell’ Amministrazione Comunale
  • 11 luglio, 2014
    Alimena (Pa) – Il Comune si costituisce parte civile nel procedimento giudiziario contro l’ex-Sindaco Giuseppe Scrivano
  • 3 giugno, 2014
    Alimena (Pa) – L’Assessore D’Angelo rassegna le dimissioni. Al suo posto il consigliere Giacomo Ippolito
  • 26 maggio, 2014
    Alimena (Pa) – Risultati Elezioni Europee (25/05/2014)
  • 15 marzo, 2014
    Alimena (Pa) – Incendiata l’auto del sindaco Stracci. Solidarietà dal comprensorio Madonita. Mobilitazione cittadina in aiuto alla famiglia Gangi Chiodo.
  • 8 Commenti su “Alimena (Pa) – E mentre si dimette anche l’ Assessore Mustafi, il Sindaco risulta essere sempre più “inadeguato” (video)”

    1. Tanto lavoro, poco lavoro…le risorse economiche sono scarsine.
      I conti mi sembrano chiari…per i miracoli, bisogna pregare ed avere fede.

    2. Anto’ hai perso la parola?
      mi piacerebbe sapere se ti sembra giusto che il tuo hobby di fare politica lo deve pagare la comunità.

    3. Caro Antonio, prima di proseguire ti invito a leggere l’articolo del 21 Gennaio 2014 di cui trovi il link immediatamente a seguire:

      Alimena (Pa) – L’ Amministrazione non mantiene le promesse elettorali, svuota il fondo destinato ai più deboli e non produce la Relazione di inizio mandato (video)

      Una volta fatto, ti sarai sicuramente accorto che quello che ci si auspicava, oltre a mantenere le cose dette dal palco, era che questo FONDO SPECIALE per i deboli ”non coincidesse con l’azione generica e “non mirata” del servizio civico, in quanto, in alcune realtà alimenesi la cronaca nera è dietro l’angolo”, altrimenti sarebbe bastato appunto chiamarlo servizio civico, di cui, spesso e volentieri, ne usufruisce anche gente non proprio in stato di “gracilità sociale”.

      Nella speranza quindi che si possa dare il giusto nome alle cose (a meno che non serva a fare demagogia) passiamo alla questione delle indennità degli amministratori: personalmente - poichè non ho mai confuso le indennità e i vitalizi dell’alta politica con la miseria che spetta ai “poveri” amministratori di realtà come le nostre - non ho mai sostenuto che vi si debba rinunciare, anzi, io come cittadino pagherei anche di più se questo potesse servire ad avere un ritorno in termini di efficienza amministrativa, ma soprattutto non sono mai salito su di un palco a promettere di dimezzarmela per poi rosicchiarne un altro 25% –  a discapito del fondo speciale per i bisognosi – al momento di firmare concretamente la delibera.

      Piuttosto, invece di proiettarti nel passato a ricercare la mia ex-indennità, sudata e meritata come tu stesso hai riconosciuto, ricordati di portare a conoscenza della collettività quanto ci costa attualmente il tuo datore di lavoro per i tuoi permessi retribuiti (nov-dic2013= € 597, Genn/marzo2014= € 595, sett-ott-nov-dic2014= € 128, e mi manca l’importo della determina n° 560), al netto dei gettoni di presenza (€ 181,00 per il 2014).

      Pare che quando in Consiglio Comunale ti è stato chiesto conto in proposito, le tue parole non abbiano lasciato dubbio alcuno: “tutto legittimo, la legge me lo permette”. Quindi prima di fare anche tu il paladino delle cause perse, fermati un attimo, vedi se il tuo principio risulta coerente e poi valutiamo quanto vale il tuo contributo alla causa comune della Collettività Alimenese.

      Per il servizio civile mi auguro con tutto il cuore che possa concretizzarsi. Ad oggi sembra esserci ancora qualche limitazione (clicca qui). Speriamo che non finisca come l’anno scorso.

      Per tutte le notizie rimaste sepolte (visto che il primo atto in assoluto di questa Amministrazione è stato quello di boicottare questo blog togliendolo anche dalle bacheche sparse in paese, mancando di rispetto ad un lavoro ultra decennale), più che a me dovresti rivolgerti ad altri giornalisti o richiamare in patria qualche vostro primissimo sostenitore, emigrato sin da subito a godersi il rinnovamento da fuori, che avrebbe dovuto crearvi gli strumenti per una comunicazione adeguata e che invece ci ha lasciato solo i silenzi di qualche suo parente amministratore.

      Chiudo rivolgendoti alcune domande:
      1) se c’e un intero paese a non apprezzare il vostro operato perchè ti preoccupa tanto la mia di opinione, che come sai benissimo vale meno di zero?
      2) perchè l’augurio di “buon lavoro” lo hai messo tra virgolette?
      3) in definitiva in che cosa consiste questo famigerato “rinnovamento” per il quale ti sei tanto speso nel tuo importantissimo ruolo di “sinsali” tra le varie anime che compongono questa compagine di governo sempre più scricchiolante?

      Con profondo affetto!! Enzo

    4. Bravi bravi bravi. Anche un demente sa che il senso del servizio civile non è dare lavoro a vita. Spero che chiudano definitivamente anche gli articolisti e che facciano regolari concorsi per i veri posti vacanti.
      ora non ci inventiamo che l’amministrazione possa trovare lavoro per tutti vata a fari i valigi lo volete capire?
      Una domanda a voi illustri: ma è vero che la villa è stata sequestrata per lavori non previsti effettuati?
      Spero sia una buufala altrimenti………. ci informiamo? Grazie

    5. Buongiorno,
      piuttosto che parlare di inadeguatezza del Sindaco, elenca le cose fatte e che si continuano a fare come il progetto di Servizio Civile 2015 approvato al Comune di Alimena che vedrà occupati 12 giovani dai 18 ai 28 anni per 12 mesi
      In merito al” fondo speciale ” tante volte citato, noto che sei realmente lontano, consulta meglio gli atti, i giovani attualmente occupati stanno beneficiando del fondo o capitolo di bilancio appositamente creato dove affluiscono le riduzioni delle indennità del Sindaco e degli Assessori (non è sicuramente la riduzione della tua indennità di ex Assessore che hai messo a disposizione della Collettività Alimenese).
      Tante altre notizie sono rimaste sepolte, hai solo divulgato quelle che risultano essere di Tuo gradimento con evidente scopo di denigrare l’ operato dell’Amministrazione.

      Ora ti saluto con immenso affetto e ti auguro ” Buon lavoro “.

    6. Plaudo all’informazione di questo blog.
      In questi due anni circa di amministrazione, tante cose sono mutate. Le considerazioni li lascio agli ALIMENESI.

    7. Non capisco tutta questa critica… Di certo si notano tante differenze tra la passata amministrazione e quella attuale (specialmente dal punto di vista economico e organizzativo).
      Però c’è da dire anche che visto le risorse economiche a disposizione, diciamo che l’attuale amministrazione si è e si sta “arrangiando”. Il motivo della partenza dell’ormai ex assessore Mustafi non è solo il lavoro ma anche la famiglia, perché come sappiamo una parte della sua famiglia vive e lavora in Germania.
      Voglio mettere alla prova chiunque: se un giorno la vostra famiglia vi chiederà aiuto sono sicuro che non la lascereste in difficolta quindi mettiamoci tutti nei panni di Natasa.

      PS tutte queste critiche e questa “guerra” tra maggioranza e minoranza danneggiano notevolmente la reputazione del nostro paese quindi evitate.

    8. Penso che a questa presunta inadeguatezza del sindaco indicata da alcuni settori della politica alimenese, si può rispondere con una assoluta trasparenza della gestione della cosa pubblica da parte di Alvise Stracci, che di questi tempi non è poco!

    Lascia un commento

    Prima di essere pubblicati saranno approvati dal moderatore

      Come formattare il testo
    • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
    • Tag HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
    • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.


    << PRECEDENTE
    SUCCESSIVO >>


    Torna su




    Segui alimenaonline.eu su FACEBOOK



    Ultime News SITI AMICI